LIONS CLUB GIULIANOVA CASTRUM
Distretto 108 A - Circoscrizione V - Zona A

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Con gentile preghiera di diffusione

 

 

 

Inaugurazione alla Bambinopoli del Parco degli Eucalipti del “Peschereccio”, gioco multiposto accessibile a persone con disabilità

 

 

Sarà inaugurato sabato 3 maggio, alle ore 11, alla presenza del sindaco Francesco Mastromauro il “Peschereccio”, un gioco multiposto accessibile a persone con disabilità tramite una rampa inclinata ed un apposito scivolo.

Il “Peschereccio”, collocato nella Bambinopoli Comunale presente nel Parco degli Eucalipti di Giulianova Lido, concretizza un impegno assunto dal Lions Club Castrum di Giulianova insieme con l'associazione teatrale “Giuliesi in scena” aderendo all'auspicio del sindaco di arricchire la città di una dotazione importante per le persone con disabilità, così elevando ulteriormente la qualità della Bambinopoli.

 

 

 

 

UFFICIO DI STAFF DEL SINDACO

 

Coordinatore Dott. Sandro Galantini

e-mail s.galantini@comune.giulianova.te.it

tel.  +39 085 80.21.264

fax  +39 085 800.31.33

mobile 348 2219241

Giulianova, 21 marzo 2014

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Fondi europei. Il 24 marzo conferenza-dibattito in Sala Buozzi con l'europarlamentare Andrea Cozzolino e con il dirigente regionale Antonio Sorgi.

 

Lunedì 24 marzo, alle ore 17, si terrà in Sala “Buozzi” a Giulianova Alta una conferenza-dibattito su “L'Europa, fra opportunità e crescita. La programmazione del nuovo ciclo dei fondi europei 2014-2020” alla quale parteciperanno il parlamentare europeo Andrea Cozzolino ed il responsabile delle Politiche Legislative e Comunitarie della Regione Abruzzo Antonio Sorgi. Previsto anche l'intervento di  un funzionario della Commissione europea che consentirà di comprendere meglio i punti più significativi della programmazione dei fondi europei 2014-2020.

La programmazione 2014-2020 dei fondi europei – dichiara il sindaco Francesco Mastromauro - si apre in uno senario di gravissima crisi economica, finanziaria e sociale. Lo stato di profonda difficoltà in cui versano i territori fanno guardare alla programmazione del nuovo ciclo dei fondi europei come ad una straordinaria, forse unica opportunità per realizzare politiche per il rilancio del sistema produttivo, per l’incremento dell’occupazione, per il miglioramento della coesione sociale. Affinché l’Europa, le sue politiche e le opportunità che offre, venga avvertita come un formidabile strumento di crescita e di sviluppo, è necessario tuttavia che il territorio, in tutte le sue articolazioni, si presenti come un insieme coeso, volto a costruire percorsi e indicare obiettivi condivisi. Il Comune di Giulianova – prosegue Mastromauro - ha attivato l'11 gennaio scorso “Giulia.eu”, un ufficio dedicato alle Politiche Comunitarie, con l’obiettivo di favorire il progressivo avvicinamento del territorio all’Europa e alle sue opportunità. Un percorso che rende ineludibile la conoscenza e l’approfondimento delle tematiche connesse alla nuova programmazione dei fondi europei, e che deve condurre alla comprensione di quali debbano essere, in questa fase, il ruolo ed i compiti della Regione Abruzzo, dei Comuni e di tutti gli attori più significativi del territorio”.

 

 

 

Impianti semaforici: dal 2009 ad oggi riduzione dei costi di gestione del 18% grazie al risparmio energetico.

 

Risparmiare si può anche con gli impianti semaforici. Lo assicurano, dati alla mano, il sindaco Francesco Matromauro e l’assessore alla viabilità Archimede Forcellese.

Nel 2009 – dichiarano infatti il sindaco e l'assessore – le spese di gestione degli impianti semaforici attivi sul nostro territorio comunale, dovute principalmente ai costi dell’energia elettrica necessaria per il loro funzionamento ma anche ai costi di manutenzione ordinaria, erano di circa 33.000 euro. Nel 2013, i costi sono scesi a circa 27.000 euro, con una riduzione annua pari a 6.000 euro. Il che si è tradotto in  in un risparmio del 18%. Siamo giunti a questo risultato con l’introduzione di misure di risparmio energetico realizzate attraverso la sostituzione delle lanterne con lampade ad incandescenza con le più moderne lanterne con lampade a Led caratterizzate da un minor consumo di energia. Ad oggi – continuano Mastromauro e Forcellese - sono tre gli impianti semaforici interessati da un completo adeguamento alla nuova tecnologia; altrettanti quelli interessati da un adeguamento solo parziale, con aumento del 24% del numero delle lanterne a Led presenti, passate da 15 nel 2009 a 52 alla fine del 2013. Si tratta di un buon risultato, reso possibile anche grazie alla sinergia tra gli Uffici tecnici e il Comando di Polizia Municipale, che ci sprona a continuare su questa strada intrapresa finalizzata, non dimentichiamolo,  a garantire la sicurezza delle nostre strade. Dovremo investire anche nelle nuove tecnologie allo scopo di dotare tutti gli impianti di sensori che consentano la regolazione automatica dei flussi veicolari con l’obiettivo di ridurre i tempi di attesa”.

 

 

Progetto di recupero dei rifiuti a mare. Il vicesindaco Filipponi replica a “Gente in Comune”: “Come Comune abbiamo adempiuto con sollecitudine a tutti i passaggi di nostra competenza ma la Regione ancora non rilascia la concessione”.

 

Il vicesindaco Gabriele Filipponi interviene sul progetto di recupero dei rifiuti a mare su cui “Gente in Comune” era intervenuta recentemente chiedendo lumi all'Amministrazione.

Come Comune – dichiara il vicesindaco – abbiamo adempiuto con sollecitudine a tutti i passaggi di nostro competenza, ad iniziare dalla richiesta di concessione demaniale marittima avanzata il 23 maggio dello scorso anno. Alla richiesta sono seguiti, via via, la delibera di Giunta del 30 maggio seguente, la presentazione, sette  giorni dopo, dell'istanza alla Direzione politiche agricole della Regione, la richiesta di autorizzazione paesaggistica il 26 agosto, e il nulla osta, il 29 agosto, per la realizzazione delle opere. Altri step della procedura si sono avuti il 10 settembre, l'11 novembre, con la definizione della relativa gara, il 28 novembre e il 3 dicembre 2013, con la comunicazione dell'avvio dei lavori alla Regione. A seguire, il 9 gennaio, il 10 febbraio sino alla trasmissione alla Direzione Trasporti della Regione, avvenuta il 13 marzo scorso, dei pareri e nulla osta ottenuti, con la sollecitazione al rilascio della concessione demaniale avanzata appunto il 23 maggio del 2013. Attendiamo quindi che la Regione Abruzzo con eguale sollecitudine dia seguito al rilascio della concessione demaniale richiesta”.    

 

 

Centro di raccolta comunale dei rifiuti e Centro del riuso. In arrivo dalla Regione un cofinanziamento di 300 mila euro.

 

Per il Centro di raccolta comunale dei rifiuti e per il Centro del riuso il Comune riceverà dall'Assessorato all'Ambiente della Regione Abruzzo, nell'ambito del Programma PAR FSC 2007-2013, un cofinanziamento di 300 mila euro complessivi, pari al 70%  del totale del progetto.

200.000 euro – dichiara il vicesindaco con delega all'Ambiente Gabriele Filipponisono stati destinati per il completamento del Centro di raccolta, mentre i restanti 100.000 per la realizzazione del Centro del riuso. Il Comune dovrà impegnare, per coprire il 30% di sua spettanza, oltre 128.000 euro. Con il Centro di raccolta comunale i cittadini avranno la possibilità di conferire ingombranti, RAEE, cioè rifiuti di apparecchiature elettroniche ed elettriche, e potature, ma anche altre frazioni di rifiuto. Il Centro del riuso è invece una struttura in cui vengono consegnati e prelevati beni usati ancora utilizzabili, per ridurre il numero di rifiuti prodotti”.

 


“Mondo nuovo”. Domani e domenica 23 marzo iniziative informative dell'associazione su dipendenze da cocaina e valorizzazione dell'attività dei ragazzi.

 

L'associazione “Mondo Nuovo”, in collaborazione con l'Amministrazione comunale, domani, sabato 22 marzo in piazza Belvedere, dalle ore 9 alle 12, darà modo ai cittadini di conoscere gli effetti negativi derivanti dal consumo di cocaina, distribuendo gratuitamente materiale informativo e rispondendo ad ogni tipo di domanda sul tema.

Domenica 23 marzo, a partire dalle ore 9 sul piazzale antistante il Santuario della Madonna dello Splendore, l'associazione sarà presente con un gazebo in cui verranno esposti e venduti i prodotti realizzati dai ragazzi ospiti della comunità per il finanziamento della struttura. “Ringrazio il sindaco Mastromauro e il Comune, con il quale esiste da tempo una proficua collaborazione”, dichiara il responsabile di Mondo Nuovo Giulianova Enrico D'Angelo, “per aver contribuito fattivamente alle due iniziative che sono importanti per far conoscere i problemi relativi alle dipendenze e la nostra realtà”.

 


Città di Giulianova

 

                    Provincia di Teramo                                                                                                                             

                                                                                                                                                   

UFFICIO DI STAFF DEL SINDACO

 

Coordinatore Dott. Sandro Galantini

e-mail s.galantini@comune.giulianova.te.it

tel.  +39 085 80.21.264

fax  +39 085 800.31.33

mobile 348 2219241

Giulianova, 1 marzo 2014

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Allarme soppressione Sert di Giulianova. Il sindaco: “Si continua a desertificare la Sanità eliminando le strutture che funzionano. E si perseguita Giulianova

 

Tuona il sindaco Francesco Mastromauro contro le politiche sanitarie regionali dopo il grido d'allarme sullo smantellamento del Sert di Giulianova, dato per certo.

Il Sert di Giulianova funziona bene, e allora bisogna smantellarlo. La grande falce torna ad abbattersi su Giulianova, evidentemente perseguitata, e su ogni logica. Si continua a desertificare la Sanità nel nostro territorio eliminando le strutture che funzionano. Già nel luglio 2011 denunciai il rischio declassamente per il nostro Sert, una struttura d'eccellenza che dal 1992, anno in cui entrò in funzione, al 2013 ha avuto in carico oltre 4000 persone con problematiche di uso-abuso o dipendenza da sostanze o comportamentali (gioco d’azzardo, internet). Sono numeri imponenti ma in difetto, perché dovremmo aggiungere anche le famiglie coinvolte. Fino al 2002, e sto parlando di dieci anni fa, erano 986.000 le presentazioni complessivamente erogate. L’enorme gamma di prestazioni offerte ed erogate, di tipo medico-farmacologico, sociale, riabilitativo e preventivo”, continua il sindaco, “è stata possibile solo attraverso la costruzione di un’ampia Rete Territoriale. Insomma, il Sert di Giulianova ha lavorato tanto e bene. Risale al 14 febbraio scorso la presentazione del progetto  “Indipendentemente Green”, con il Sert, il Comune di Giulianova e l'Ambito Sociale Tordino come supporti attivi insieme con un raggruppamento variegato di enti e associazioni espressione del mondo della formazione, del privato sociale impegnato nella lotta all’emarginazione, dell’istruzione e d’impresa. Nel 2012, voglio ricordarlo, la Regione, facendo chiarezza sulla permanenza del Sert giuliese quale unità operativa complessa ed allontanando la minaccia di declassamento, ribadiva la necessità di potenziare le strutture territoriali, evitando il sovraffollamento degli ospedali e l'incremento della spesa. Un anno dopo Gianni Melilla presentava una interrogazione parlamentare riguardo proprio il Sert, evidenziando la illogicità del suo depotenziamento. Ed oggi ecco tornare sul tappeto il problema, addirittura con la previsione non del declassamento ma addirittura dello smantellamento. Cesare Di Carlo, direttore del Sert giuliese nonché presidente regionale della Federazione Veterinari e medici, in riferimento allo smantellamento della struttura parla di 'rito preelettorale di epurazione dei soggetti scomodi'. Stando così le cose”, conclude Mastromauro, “sono tentato di pensare che sia proprio così”.

Giulianova, 19 ottobre 2013

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Bus navetta gratuito: riparte da lunedì il servizio invernale con novità negli orari.

 

Riprende lunedì il servizio di bus navetta offerto gratuitamente dal Comune di Giulianova. Saranno tre le linee giornaliere, due mattutine e una pomeridiana, dal lunedì al sabato, esclusi i festivi.  “Dopo il successo del servizio estivo – dichiara l’assessore alla mobilità Archimede Forcellesededicato prevalentemente a favorire la mobilità nelle zone turistiche del Lido e verso il Centro Storico, con 9.500 persone trasportate nel periodo luglio-agosto, siamo finalmente pronti per riprendere quello invernale che si protrarrà fino al 30 giugno 2014. Sin dall’istituzione delle navette, avvenuta due anni fa, la caratteristica che accomuna le tre linee giornaliere, servite da due mezzi alimentati a metano, è quella di favorire la mobilità sostenibile dei cittadini, privilegiando i residenti delle zone periferiche non coperte dal servizio di trasporto pubblico locale e che, dunque, non potrebbero raggiungere i punti nodali della città (Centro Storico, Ospedale, Cimitero, Stazione FS, Lido) se non utilizzando mezzi privati. Quest’anno gli orari della linea mattutina che serve la zona di Case di Trento (linea B) e di quella pomeridiana che copre un pó tutte le zone periferiche (linea C), sono stati modificati recependo le proposte pervenute dai Comitati di quartiere, che ringrazio per il contributo fornito, anche se non è stato tecnicamente possibile assecondare tutte le richieste. L’orario delle tre linee, disponibile tanto nel sito web istituzionale, all’indirizzo www.comune.giulianova.te.it, quanto nel portale del turismo, all’indirizzo www.giulianovaturismo.it, nei prossimi giorni sarà distribuito agli utenti in forma cartacea”.

 

.................................................................................

 

Giulianova, 18 ottobre 2013

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Il 20 ottobre cerimonia di intitolazione del Centro anziani di Colleranesco a Donato Falà.

 

Domenica 20 ottobre si terrà la cerimonia di intitolazione del Centro anziani di Colleranesco a Donato Falà.

La manifestazione, organizzata dall'Amministrazione comunale insieme con il locale Circolo di Legambiente, prenderà avvio alle ore 15 con il Ludobus (giochi in legno) per i più piccoli, e nell'occasione i volontari del Centro di Educazione Ambientale promuoveranno l'uso e il riuso dei materiali con la distribuzione di bottiglie in vetro.

Alle ore 17, alla presenza del sindaco Francesco Mastromauro, del vice Gabriele Filipponi e di altri rappresentanti dell'Amministrazione comunale, vi sarà lo scoprimento della targa, collocata al Centro Anziani, in memoria di Donato Falà, con la intitolazione a suo nome della struttura come deciso dalla Giunta il 22 febbraio scorso recependo la volontà espressa da alcuni cittadini della frazione e dalla  presidente del Centro Maria Nicola Galli.

Donato Falà, nato a Giulianova il 16 febbraio 1919 e scomparso il 2 ottobre 1996, fu attivo durante la Resistenza comandando una delle quattro squadre della banda partigiana “Giuliese Garibaldi” facente capo all'avvocato Riccardo Cerulli. Infermiere nell'ospedale di Giulianova, particolarmente apprezzato per l'affabilità, l'umanità e la professionalità sempre dimostrate nel corso della sua attività, Falà ricoprì l'incarico di assessore ai Lavori pubblici dal 1981 al 1985 svolgendo un'attività molto incisiva e unanimemente riconosciuta.

 

 

Bici elettriche dal Comune alle associazioni dei Carabinieri e della Polizia Penitenziaria. Cerimonia di consegna il 21 ottobre in piazza Buozzi.

 

Lunedì 21 ottobre, alle ore 16, si terrà in piazza Buozzi a Giulianova Alta la cerimonia di consegna di due biciclette elettriche a pedalata assistita, da parte del sindaco Francesco Mastromauro e del consigliere delegato al Centro storico Alessandro Giorgini, alle sezioni locali dell'Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

Questo agile ed ecologico mezzo di trasporto, messo a disposizione dalla Julia Servizi a cui rivolgiamo i nostri più sentiti ringraziamenti – dicono il sindaco e il consigliere Giorgini - è il giusto riconoscimento per l'accurato servizio di supporto alla collettività giuliese assicurato dalle due associazioni, che avranno così uno strumento ulteriore per disimpegnare in modo ancora più efficace la loro attività”.

L'Associazione Nazionale Carabinieri, precedentemente ubicata nel quartiere Annunziata, dal 2 aprile 2011 ha la sua sede nel Palazzo Roscioli di via Manzoni, nel  Centro Storico, in locali messi a disposizione dall'Amministrazione comunale.

Nello stesso stabile è ubicata pure la sede dell'Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria, una delle 25 presenti in Italia, inaugurata il 9 giugno 2012. Anche in questo caso i locali sono stati messi a disposizione dal Comune.

 

                                                                            Giulianova, 2 ottobre 2013

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Piccola Opera Charitas. Polemiche di M5S e “Progresso Giuliese” riguardo l'incontro del 3 ottobre al Kursaal. Il sindaco: “Perdono l'occasione di dimostrare che l'opposizione può essere costruttiva quando si tratta di fare fronte comune per migliorare lo stato sociale”.

 

Sono sinceramente rammaricato per questo atteggiamento di chiusura pregiudiziale e per la decisione di disertare l'incontro di domani al Kursaal che, lo ripeto per l'ennesima volta, ha unicamente come obiettivo l'unione delle forze a favore della Piccola Opera Charitas”.

Queste le parole del sindaco Francesco Mastromauro dopo le critiche mosse dal locale Movimento 5 Stelle e da “Progresso Giuliese” all'invito rivolto dal sindaco ai cittadini, a tutte le forze politiche, ai consiglieri di maggioranza e di opposizione, alle associazioni ed ai Comitati di quartiere, a partecipare all'incontro pubblico fissato per domani, 3 ottobre, ore 20:30, al Kursaal.

Davvero non capisco l'accusa rivoltami, che trovo ingenerosa, di strumentalizzare a fini politici la situazione di forte disagio che stanno vivendo i genitori degli ospiti della Piccola Opera e, con loro, gli operatori. Il mio è stato un invito rivolto veramente a tutti, compreso Centro Democratico che era stato omesso per un refuso di cui mi scuso, ad essere presenti per concordare insieme una serie di iniziative, dando una mano di bianchetto a sigle, gruppi e formazioni per una buona causa che ci dovrebbe trovare tutti d'accordo e non, come spesso accade, vittime o artefici di particolarismi. Perché quando si è uniti e compatti, si sa, la possibilità di avere successo è maggiore. Andare in ordine sparso invece depotenzia. Comunque sia – prosegue Mastromauro - ognuno responsabilmente opta per le scelte che ritiene opportune, anche se ritengo che Progresso Giuliese e 5 Stelle con la decisione di non partecipare all'incontro del 3 ottobre perdano l'occasione di dimostrare che l'opposizione può essere costruttiva quando si tratta di fare fronte comune per migliorare lo stato sociale. Se poi, come leggo, i locali 5 Stelle riusciranno a portare il caso Piccola Opera Charitas in Parlamento, non posso che gioire perché a me interessa solo che la struttura di P. Serafino possa essere nelle condizioni di operare nel migliore dei modi a favore degli ospiti. E in proposito – conclude il sindaco - vorrei ricordare ai 5 Stelle, senza intenti polemici ma solo per amore di verità, che il 24 maggio del 2010 il sottoscritto, nell'anniversario della morte di P. Serafino, chiese ed ottenne di concedere alla Piccola Opera il diritto di superficie, per 99 anni, di una porzione di terreno di proprietà comunale, in via Gramsci, per le esigenze dell'Istituto. E che il 14 gennaio dello scorso anno firmai l'autorizzazione per l'esercizio dell'attività socio-sanitaria della struttura decentrata di Villa Volpe, relativamente ai 30 posti letto presenti nel corpo A del fabbricato, impegnandomi in una sorta di braccio di ferro con il governatore Chiodi, al quale mi rivolsi il 14 febbraio e il 10 maggio 2011, quindi il 9 novembre del 2012, affinché consentisse l'apertura, com'era desiderio di P. Serafino, del Villaggio della Solidarietà di Villa Volpe”.  

 

 

I 100 anni di Pierino Puliti. Gli auguri del sindaco.

 

Dopo quello di suor Licia Mezzetti, un altro compleanno centenario. Anche Pierino Puliti, residente nella frazione Villa Volpe, spegnerà infatti 100 candeline in una festa organizzata dai figli Domenico e Gabriella nel pomeriggio di domani, 3 ottobre.

Al signor Pierino, persona assai conosciuta e stimata”, dichiara in proposito il sindaco Francesco Mastromauro, “rivolgo i più affettuosi auguri per aver raggiunto questo traguardo che, a quanto pare, sembra non essere poi così raro a Giulianova, segnalando come la nostra sia una città in cui esiste una confortante longevità”.

 

Agli organi di stampa

LORO SEDI

 

 

SUCCESSO A CASTEL DI SANGRO DELLA C.I.S.A.R. GIULIANOVA
GRUPPO DI PROTEZIONE CIVILE PER LE RADIO EMERGENZE.

 

Ha riscosso un enorme successo la campagna “Terremoto io non rischio”, organizzata dall’instancabile Marcello IW6NQV (Coordinatore Regionale della Cisar Abruzzo Protezione Civile) di Castel di Sangro, svoltasi nei giorni 28 e 29 settembre 2013 in contemporanea con altre 215 piazze in tutta Italia. L'iniziativa ha visto impegnati anche i volontari dell’Associazione Nazionale Radioamatori Italiani della “C.I.S.A.R. Giulianova Gruppo di Protezione Civile per le Radio Emergenze”, che hanno allestito un punto divulgativo in Piazza Antonella D’Aquino attivo dalle 09.00 alle 19.30, distribuendo materiale informativo, rispondendo alle domande dei cittadini sulle possibili misure per ridurre il rischio sismico e sensibilizzandoli sul livello di pericolosità del proprio territorio.

L’iniziativa è stata promossa dal Dipartimento della Protezione Civile e dall’Anpas-Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze, in collaborazione con l’INGV-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e con ReLuis-Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e in accordo con le Regioni e i Comuni interessati, con la presenza, a Palermo, in collegamento video con tutte le piazze d’Italia, del Capo Dipartimento della Protezione Civile Dott. Franco GABRIELLI.

Nella piazza Antonella D’Aquino, si è avuta la presenza di due funzionari dell’INGV e dell’Assessore regionale della Protezione Civile, Dott. Gianfranco Giuliante, che ha seguito le varie fasi di informazione ai cittadini. Insieme hanno visitato l’area attrezzata dai volontari (Totem pubblicitario, gadget, proiezione filmati, banchetto con materiale divulgativo e Piano Comunale Di Protezione Civile), ed hanno potuto notare che i cittadini hanno molto apprezzato le spiegazioni date sul rischio sismico. Significativa è stata la partecipazione di tutte le classi delle scuole elementari di Castel di Sangro, che, all’interno di una tenda da campo attrezzata per lo scopo, hanno assistito alla proiezione del filmato divulgativo “Civilino e il terremoto”.

 

 

Il Presidente RNRE / CISAR

Sezione di Giulianova

IW6ON - Umberto RAIMONDI

Info:

Umberto RAIMONDI

328.9680027

 

 

 

                                                                              Giulianova, 23 settembre 2013

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Piccola Opera Charitas. Il sindaco invoca la mobilitazione a favore degli assistiti e del personale e chiama a raccolta, nell'incontro fissato il 3 ottobre al Kursaal, tutte le forze politiche, le associazioni e i comitati di quartiere. “Fronte comune nel nome di Padre Serafino perché siamo tutti suoi figli e fratelli di chi soffre”.

 

So che è elevato il rischio di interpretare la mia iniziativa come una furbata politica.  Non è così, nel modo più assoluto, e spero davvero mi si creda. Tutti, ripeto tutti, abbiamo il dovere di batterci a favore delle persone che soffrono, dei meno fortunati, che hanno trovato sempre nella Piccola Opera Charitas chi li ha accolti e seguiti con amore, così lenendo la loro sofferenza e quella dei loro cari. E tutti dobbiamo batterci  per la struttura voluta da Padre Serafino, che ha speso la sua intera esistenza affinché quelli che chiamava i “fratelli più piccoli” avessero un futuro meno cupo. E quando dico tutti, intendo veramente tutti, senza distinzioni di sorta. Qui dobbiamo corciarci le maniche e metterci assieme, senza nessuna distinzione, né di bandiere né di schieramenti e né di appartenenze. Insomma, dobbiamo essere un fronte comune, compatto. Perché davvero siamo tutti figli di Padre Serafino e fratelli di coloro che soffrono”.

Il sindaco Francesco Mastromauro stamane ha firmato un invito rivolto a tutti i consiglieri comunali, di maggioranza e d'opposizione, ai referenti delle formazioni politiche cittadine, nessuna esclusa (Forza Italia, Il Cittadino Governante, Impegno Civico “Art. 54”, Italia dei Valori, Linea Retta, Lista Civica “Mastromauro”, Movimento 5 Stelle, Partito dei Comunisti Italiani, Partito Democratico, Progresso Giuliese, Popolo della Libertà, Rifondazione Comunista, S.E.L.e UDC), ai presidenti dei Comitati di quartiere ed alle associazioni, a partecipare ad un incontro, fissato per  il prossimo 3 ottobre al Kursaal, con inizio alle ore 20:30, per concordare una linea comune di iniziative a favore degli assistiti della Piccola Opera Charitas e del personale della struttura voluta da padre Serafino Colangeli.

La data scelta per l'incontro, quella del 3 ottobre, è d'altronde significativa, anticipando di un giorno la festa di San Francesco. E mi piacerebbe, ma è ovviamente solo un mio auspicio, che si iniziasse da subito con una grande raccolta di firme, da organizzare tutti assieme, senza sigle, senza bandiere, affiancati gli uni agli altri dietro ai banchetti. Solo giuliesi che si battono per garantire il diritto alla salute dei soggetti più deboli ed indifesi, ed il diritto alla conservazione del posto di lavoro a chi se ne occupa, con dedizione e professionalità, operando nella Piccola Opera Charitas. Se ci fosse, sarebbe bellissima questa mobilitazione corale, compatta, nel nome della fraternità che tanto stava a cuore a Padre Serafino, a cui dobbiamo sempre eterna gratitudine. E sarebbe un segnale forte, veramente forte”, prosegue Mastromauro, “di unità e di amore, di passione civile e di sensibilità. In quel 3 ottobre, giorno che precede la festa di San Francesco, superando ogni steccato ed ogni particolarismo, daremmo anche dimostrazione di straordinaria maturità. Pertanto ringrazio da subito quanti decideranno di partecipare, confermando che sarà bandita ogni strumentalizzazione, ogni strategia furbetta di tipo elettorale. Coloro che parteciperanno a questa mobilitazione, spero davvero tutti, avranno il merito di scrivere congiuntamente un pagina davvero meravigliosa di Giulianova”.          

 

 

Il Comune ha aderito alla “Giornata Nazionale della Pace, della Fraternità e del Dialogo”.

 

Anche il Comune di Giulianova ha aderito, garantendo il patrocinio di rappresentanza, alla “Giornata Nazionale della Pace, della Fraternità e del Dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse” promossa dal Coordinamento degli Enti locali per la Pace e i Diritti umani.

Il 10 febbraio 2005 – dichiara l'assessore alla Pubblica istruzione Nausicaa Cameli - il Parlamento ha stabilito che il 4 ottobre di ogni anno sia celebrata la Giornata Nazionale della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse  in onore dei Santi Patroni speciali d'Italia, San Francesco d'Assisi e Santa Caterina da Siena. Pertanto il Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i Diritti Umani e la Rivista “San Francesco Patrono d'Italia” curata dai francescani del Sacro Convento d’Assisi, hanno deciso di promuovere un Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica denominato “Pace, fraternità e dialogo. Sui passi di Francesco”. Con l'adesione”, conclude l'assessore,ci siamo pertanto impegnati come amministrazione, condividendo appieno i contenuti e le finalità del progetto, a coinvolgere e sensibilizzare le scuole cittadine, medianti incontri, sul significato autentico dei valori universali della pace, della fraternità e del dialogo”.

 

Arpa: ripristinato il secondo agente. Il sindaco: “Prevalsi logica e buon senso”.

 

Prendo atto con grande soddisfazione che sono prevalsi logica e buon senso. Sette posti di lavoro sono stati salvati tornando a garantire sicurezza e qualità nei servizi”.

Queste le parole del sindaco Francesco Mastromauro in relazione al ripristino del secondo agente sulla linea ARPA Martinsicuro-Giulianova-Teramo-Roma decisa dopo l'incontro di stamane in Regione tra i rappresentanti sindacali e l'assessore al ramo Giandonato Morra.

L'assessore Morra, che ringrazio, ha ben compreso, dopo la mobilitazione che ha visto insieme sindacati, alcuni consiglieri regionali e sindaci, tra i quali il sottoscritto, quanti e quali riverberi negativi discendessero da una scelta direi illogica e persino penalizzante nei confronti dell'Azienda, che viceversa va potenziata. Ora che è stata scongiurata la perdita del secondo agente a bordo sulla tratta, una delle più importanti”, conclude il sindaco, “è necessario però che si torni a riflettere, facendone oggetto di confronto, sulle misure da prendere per il rilancio dell'ARPA. Che, torno a ribadirlo, è patrimonio importante di tutti gli abruzzesi”.

  

Qualità dell'aria. Iniziato ieri il monitoraggio con un laboratorio mobile in piazza della Libertà.

 

Da ieri, lunedì 23 settembre, ha iniziato la sua attività in piazza della Libertà, nei pressi della scuola elementare “De Amicis”, il laboratorio mobile dell'ARTA, l'Agenzia Regionale per la Tutela dell'Ambiente, per il rilevamento della qualità dell'aria. Il monitoraggio, della durata di un mese, fornirà dati che, una volta validati e rielaborati, confluiranno in una relazione tecnica i cui risultati forniranno indicazioni per il miglioramento della qualità dell'aria urbana.

Il problema della qualità dell'aria urbana è di estrema attualità ed è motivo di preoccupazione sempre crescente per la consapevolezza diffusa dei rischi connessi alle caratteristiche dell'aria che respiriamo. Per questo l'assessorato all'Ambiente, nell’ambito degli impegni relativi alla salvaguardia ed alla tutela dell’ambiente”, dichiara il vicesindaco con delega all'Ambiente Gabriele Filipponi, “al fine di acquisire una maggiore consapevolezza ed una valutazione delle concentrazioni di inquinanti presenti nell’aria urbana, ha deciso di promuovere questa campagna di monitoraggio

 

  

                                                                 Giulianova, 25 settembre 2013

 

 

                                                             COMUNICATO STAMPA

 

 

Sanità. Il sindaco prende posizione sul blocco degli interventi ad Otorino. “I pazienti sono stanchi di subire

 

Sono decine le telefonate ricevute sul mio cellulare. Di protesta. Di richiesta di aiuto. Di scoramento. E con tante imprecazioni nei confronti di una sanità che fa acqua da tutte le parti. Hanno bloccato gli interventi di otorino, da tempo prenotati, in sala operatoria. Così. Dall'oggi al domani. E' bastata una laconica telefonata per spazzare via le attese di chi si era preparato e confidava perciò nell'intervento. Ma che sanità è mai questa?”.

Il sindaco Francesco Mastromauro torna ad occuparsi di Otorino dopo averlo fatto nel 2010, quando paventò la sua soppressione sulla scorta del prospettato trasferimento di macchinari ed attrezzature a Teramo, e nel febbraio del 2011, allorché pretese risposte chiare ed esaurienti dalla ASL in merito alla fine della degenza ordinaria decretata dall'atto aziendale, ricevendo rassicurazioni dal manager Varrassi che nessun ridimensionamento ci sarebbe stato.

Ma poco dopo, il 30 aprile 2011, ad una settimana circa dalla visita che effettuai nel nostro ospedale, martoriato dai tagli effettuati e da permanenti tentativi di mutilazione”, aggiunge il sindaco, “fui costretto nuovamente a intervenire sulla situazione di Otorinolaringoiatria a causa del piano di riassetto aziendale che lo trasformava in Day Surgery Orl. In altre parole, sarebbero stati effettuati interventi di piccola chirurgia comportando di conseguenza la dimissione del paziente nel giro di poco tempo con eventuale appoggio di qualche paziente che, per complicazioni, non potesse essere dimesso in giornata nella Unità Operativa di Chirurgia, anch'essa depotenziata. E dissi nell'occasione – prosegue Mastromauro - che poiché la stragrande maggioranza degli interventi ORL non poteva essere effettuata con queste limitazioni, immaginai che necessariamente sarebbe stato richiesto al personale di adeguarsi alla nuova situazione, rinviando pertanto i pazienti alla Unità Operativa di Teramo, con inevitabile congestione. Una delle conseguenze da me prospettate era dunque il trasferimento del personale infermieristico ad altri incarichi, con la presenza nel reparto unicamente della capo sala e di una infermiera prossima alla pensione, oltre a due unità infermieristiche per gli ambulatori. Questo è quanto denunciai il 30 aprile 2011, passando per un pessimista che sul futuro del nostro ospedale vedeva solo nero. Oggi – conclude il sindaco – ci risiamo, con la beffa ai danni di chi era in attesa del ricovero dopo essersi accollato le spese per analisi ed esami. Signor governatore Chiodi, signor manager della ASL lo capite o no che i pazienti sono stanchi di subire? Che non sono pacchi postali? Che sono contribuenti che hanno il diritto di avere una sanità efficiente, e non funzionante a corrente alternata?”.

 

                                                             Giulianova, 25 settembre 2013

 

        

                                                                 COMUNICATO STAMPA

 

Agenti della stradale di Giulianova destinano la somma derivante da un processo per oltraggio a favore di un collega con difficoltà per la malattia della figlia. Il sindaco: “Plaudo commosso a questi poliziotti straordinari”.

 

Il sindaco Francesco Mastromauro è rimasto colpito dall'episodio toccante che ha visto protagonisti quattro operatori in servizio al Distaccamento Polizia Stradale di Giulianova, Francesco Marzullo, Adriano D’Antonio, Danilo Concodia ed Emiliano Gatto, i quali, avendo vinto un processo per oltraggio nei loro confronti, hanno chiesto di destinare la somma ricevuta a titolo di risarcimento, pari a 2.500 euro, ad un collega della Stradale di Pineto la cui figlia sta lottando contro una grave malattia oncologica, con necessità di trasferimento all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Non è evidentemente per un'esagerazione che molti definiscano quelli della Stradale i cavalieri della Polizia di Stato. Come sindaco plaudo commosso a questi poliziotti straordinari e sono felice che Giulianova possa contare su persone così, pronte sempre ad ogni sacrificio, giorno e notte, in prima linea per garantire la tutela della sicurezza e con un cuore davvero grande. Il distaccamento giuliese – dichiara il sindaco - da diverso tempo a questa parte si sta distinguendo per la sua azione senza respiro di controllo e vigilanza, con risultati di grande importanza anche nell'attività di contrasto alla malavita. Giulianova sa di poter contare su un distaccamento che, nonostante le carenze di personale, sta facendo miracoli, rafforzando così in maniera apprezzabile il dispositivo di sicurezza che vede impegnati Carabinieri, Finanza, Guardia costiera, Polfer e Polizia municipale. Mi complimento perciò con il Questore Giovanni Febo, con il comandante provinciale della Stradale Lara Panella, con il comandante del distaccamento Antonello Giusti e, naturalmente, con i “magnifici quattro” per questo esempio splendido di generosità, di solidarietà e di attaccamento alla divisa che onora la Polizia di Stato”. 

 

     

     Per dei politici come il nostro sindaco, Francesco Mastromauro e l’assessore Archimede Forcellese, che sicuramente, se la loro riconosciuta modestia non ci inganna, si considerano “di razza”, rappresenta una grave caduta di stile, non solo sul piano politico, ma ancor più su quello della qualità umana, nascondersi, nelle dichiarazioni ufficiali, dietro affermazioni generiche - che comunque, per la loro stessa intrinseca natura, sottendono valutazioni di merito ben precise - confezionate con una terminologia che se, conosciuta nella sua accezione, come non abbiamo motivo di dubitare, risulta espressione che coinvolge la sfera etica dell’attività umana in qualunque campo essa si esplichi.

     Nel passaggio del Comunicato Stampa dell’8 settembre a firma dei suddetti, che sottoponiamo all’attenzione dei nostri lettori, si legge: […] “sembrerebbe che a Giulianova la controparte politica di taluni partiti, partitini, pseudo-movimenti, raggruppamenti e singoli ‘contro’” […]

Cominciamo dal termine pseudo di una parola composta usata con troppo disinvolta sciatteria.

     Esso proviene dal greco, con derivazione del tema comune a ψευδής “falso”, ψεữδος “menzogna, falsità”, ψεύδομαι “mentire”.

Dunque il sindaco Mastromauro e l’assessore Forcellese, quando usano la parola pseudo-movimenti, vogliono dire movimenti falsi e menzogneri? E se questa è la loro scoperta, se essi sono a conoscenza di tali realtà “turpi”- come lo sono tutte quelle improntate alla falsità e alla menzogna -  oltre che “pericolose” per la realizzazione di un progetto politico e sociale caratterizzato da rigore morale, mai disgiunto dai veri bisogni di una collettività di sani principi, che aspiri al Buon Governo di una classe politica operante nella piena trasparenza e nel perseguimento di interessi comuni e non personali, se così fosse, se essi sono davvero politici di razza, dotati di quel coraggio garantito dalla trasparenza delle proprie azioni, dalla onestà e dalla rettitudine delle storie personali - che stanno sempre alla base e a garanzia dell’impegno politico, che contiene il valore dell’uomo che lo incarna, e non viceversa - dicano, il sindaco e l’assessore - è un loro preciso dovere, non uno svolazzo da comiziali suffragi - dicano, la città ha diritto di sapere, quali sono questi pseudo- movimenti, che nome hanno, quali sono gli uomini e le donne che danno loro vita con le proprie idee e le loro azioni.

     In attesa di offrire ai loro concittadini, a quelli che li hanno eletti ed a quelli che aspirano a conquistare nel prossimo giro elettorale, dati chiari e incontrovertibili delle loro affermazioni, come si fa tra persone che hanno un rapporto empatico con la Verità, si soffermino un attimo a considerare che a Giulianova esiste un movimento di pensiero, denominato “Senza Padroni”, costituito da persone che non hanno mai avuto, né chiesto, né mai chiederanno, soldi pubblici sotto forma di contributi o di interventi pubblicitari, comunque condizionanti; che non hanno mai fatto parte di governi di questa città e delle pesanti responsabilità che gravano tuttoggi su di essa; che non sono confusi, nè confondibili con la mischia politica dell'arrembaggio elettoralistico che già si sta profilando in città, triste presagio di quello che cadrà sulle teste dei cittadini nei prossimi mesi; che considerano un loro diritto, autenticamente democratico, pensare e scrivere con la propria testa senza deleghe di sorta; avere idee proprie sulla Politica, intesa come categoria dello scibile umano nella sua accezione nobile, cioè come l'Arte di governare uno Stato e non nella sua estensione familiare, cioè come furberia con cui taluni si comportano per raggiungere i propri fini; nutrire interesse per la vita sociale, il rispetto dei diritti e dei doveri, per l'attività educativa finalizzata alla crescita responsabile di ogni uomo espressa dalle organizzazioni pubbliche e private; alimentare curiosità costanti per i sistemi innovativi dei meccanismi economici e culturali comprensivi dell'ambiente e dello sviluppo turistico del paese; idee che esprimono con la schiena dritta e senza paura di nessuno, citando sempre nomi, cognomi e i fatti di riferimento.

     Questo movimento, di cui faccio parte, esprime il suo pensiero e lo porge al giudizio della Rete attraverso un sito, "senzapadroni.it", che mette gratuitamente il suo lavoro tecnico e grafico a disposizione di chiunque lo chieda per la divulgazione di informazioni utili alla collettività senza operare nessuna censura anche nei confronti di messaggi che vadano nella direzione per nulla coincidente con la propria.

     Maggioranza ed Opposizione del Governo della Città sanno di che cosa parliamo.

Se il sindaco Mastromauro e l'assessore Forcellese ritengono che il movimento di pensiero "Senza Padroni" sia uno pseudo-movimento, abbiano il coraggio umano e politico di dirlo chiaramente alla Città e diano prova della tanto propagandata trasparenza spiegando ai cittadini come e perchè esso lo sia, altrimenti il popolo di questa città avrebbe ben motivo di trasferire sui politici il pesante termine in grassetto che precede "movimento" considerando pseudo-politici tutti coloro che in Consiglio Comunale parlano di scandali, di intrighi, di sopraffazioni di taluni su talaltri, senza mai fare uno straccio di nome e nascondendosi, non certo per equilibrio e buona educazione, ma semplicemente per viltà, dietro il più miserevole anonimato.

 

 

                                                                               Marcella Vanni

                                                        Movimento Popolare di Pensiero “Senza Padroni”

  

 

                                                                       Giulianova, 12 settembre 2013

 

 

              COMUNICATO STAMPA

 

Domani chiudono gli Uffici giudiziari di Giulianova. Il sindaco: “Un colpo di spugna su una storia plurisecolare. Rammarico per ciò che si poteva fare e non è stato fatto”.

 

Sarà operativo domani, 13 settembre, il decreto legislativo delegato n. 155 che ridisegna la geografia giudiziaria con la cancellazione di 949 uffici, il 47% di quelli sinora esistenti. Oltre ai tribunali minori, chiuderanno i loro battenti le sezioni distaccate, benché il ministro Cancellieri abbia firmato 45 decreti che autorizzano la prosecuzione di alcune attività, anche giurisdizionali, all’interno dei vecchi tribunali pur avvertendo che non si tratta di una proroga bensì di indicazioni gestionali per accompagnare il passaggio verso i tribunali maggiori.

25 di quei decreti – afferma il sindaco Francesco Mastromauro - autorizzano per un periodo variabile, da pochi mesi fino a 5 anni,  la prosecuzione dell’utilizzo degli uffici anche se solo per archivi e deposito, mentre i restanti 20 permettono di continuare l’esercizio dell’attività giurisdizionale vera e propria, in generale fino ad esaurimento dei giudizi civili e penali pendenti. Per la Sezione distaccata di Giulianova, che chiuderà domani come tante altre in Italia nonostante sia tra le più importanti per mole di lavoro e competenza territoriale, vi erano, come emerse   nell'incontro del 13 marzo scorso tenutosi a Teramo con i rappresentanti della Camera Civile, dell'Ordine degli Avvocati e dello stesso presidente del Tribunale di Teramo, ragioni sufficienti per ottenere la stessa possibilità accordata, per fare un esempio, a Casoria, Afragola e Frattamaggiore in Campania, o a Moncalieri e Susa in Piemonte, che continueranno la loro attività, sebbene per un periodo limitato, fino ad esaurimento dei giudizi civili e penali. Così non è stato. E perdendo l'occasione di  essere sede secondaria, un'idea non troppo peregrina vista che altri sindaci, dopo di me, l'hanno proposta per tentare di salvare le sezioni distaccate presenti nelle loro città, abbiamo perso la possibilità di una speranza, anche minima, di sopravvivere in attesa di ripensamenti su questa riforma. Una riforma – prosegue Mastromauro - che   a colpi di cesoia ridisegna la geografia giudiziaria italiana con gli accorpamenti e sopprimendo le sezioni distaccate, secondo me senza uno studio preliminare e approfondito delle loro specificità, e sulla quale si stanno alzando, inevitabilmente, i toni delle polemiche. Destinati peraltro ad aumentare di intensità  per i pesanti contraccolpi che ci saranno. Certo rimane il rammarico per ciò che si poteva fare e non è stato fatto, e per questo colpo di spugna sulla storia plurisecolare della nostra struttura giudiziaria, giacché a Giulianova, come ricordava Riccardo Cerulli, si è amministrata giustizia senza soluzione di continuità a partire dall'età romana. Ciò che il corso dei secoli ha risparmiato, è stato cancellato da un decreto legislativo delegato”.

                                                                 Giulianova, 8 settembre 2013

 

                                                                  COMUNICATO STAMPA

 

 Unità di intenti a difesa della vecchia politica.

 

A giudicare dalle ultime notizie che appaiono sulla stampa locale, con particolare riferimento all’avvio delle attività dei quartieri, esperienza fortemente voluta dalla attuale Amministrazione comunale, sembrerebbe che a Giulianova la controparte politica di taluni partiti, partitini, pseudo-movimenti, raggruppamenti e singoli “contro” non sia la maggioranza, bensì l’Associazione DEMOS e il suo Presidente.

La svolta sulla partecipazione – dichiarano il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore al decentramento Archimede Forcelleseè stata voluta dalla nostra maggioranza, che l’aveva inclusa nel programma “Giulianova 2020”, per stravolgere i vecchi schemi che regolano la vita politico-amministrativa, ormai affetti da una obsolescenza irreversibile. Infatti, già nel novembre 2009, quando DEMOS neppure esisteva, il Consiglio Comunale approvò il regolamento sui Comitati di Quartiere. Siamo noi, dunque, la controparte a cui devono riferirsi coloro che, palesemente spiazzati dall’interesse che sta accompagnando i primi passi degli organismi di quartiere, hanno iniziato una specie di tiro al piccione nei confronti di DEMOS che ha, come unica “colpa”, quella di aver affiancato l’Amministrazione comunale e la cittadinanza verso il cammino della partecipazione. Ben lungi da voler fare la difesa d’ufficio, ci preme sottolineare che la presunta “invadenza” di DEMOS nel funzionamento degli organi di quartiere, leggendo i verbali che vengono via via pubblicati sul sito istituzionale del Comune, non risulta da nessuna parte. Anzi, semmai, risulta il contrario: laddove tale Associazione è intervenuta con varie funzioni durante lo svolgimento di assemblee e riunioni di comitato, questo è stato espressamente richiesto dal Presidente di Quartiere o dall’intero Comitato con una deliberazione. L’invadenza, pertanto, è nella mente di qualche politico in cerca di visibilità che vede in DEMOS l’origine dei mali più recenti di questa città, o in qualche partito che, in vista delle prossime elezioni, teme di vedere ridotti o annullati i propri consensi”.

Detto questo – concludono Sindaco e Assessore – come non prendere atto di una neonata unità di intenti, che va dal Il Cittadino Governante al Movimento Cinque Stelle, passando per Progresso Giuliese e Forza Italia, tesa a screditare e a paralizzare le attività degli organismi di quartiere con il fine ultimo di attaccare e infangare l’Amministrazione comunale che ha voluto questo profondo rinnovamento della politica locale?"

 

 

                                                          Giulianova, 11 settembre 2013

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Progetti per la sicurezza urbana e la legalità. Il Comune si aggiudica  quasi  149.000 euro con l'approvazione di “Education Law” e “Giulianova smart security”.

 

In arrivo dalla Regione 148.900 euro per il finanziamento dei due progetti, presentati dal Comune, riguardanti l'innovazione tecnologica degli strumenti a disposizione della polizia locale e, più in generale, la sicurezza urbana e la legalità.

I nostri due progetti, approvati e finanziati tramite risorse PAR FAS 2007-2013, fondi nazionali per la coesione, sono, rispettivamente, l'”Education Law” e la “Giulianova smart security”, ed hanno l'obiettivo di contribuire al miglioramento della sicurezza nella nostra città ma anche per combattere il disagio sociale, purtroppo in costante aumento. Nell'esprimere soddisfazione – prosegue il sindaco Francesco Mastromauro - per l'approvazione dei progetti e quindi per la conseguente assegnazione dei finanziamenti, 51 mila euro per “Education Law”, pari all'85% dell'importo progettuale di 60 mila euro, e 97.900 euro per “Giulianova Smart Security”, pari all'89% dell'importo progettuale ammontante a 110 mila euro, mi aspetto ora il silenzioso imbarazzo dei consueti e solitamente logorroici ultracritici, pronti a gettarsi come rapaci accusando l'Amministrazione di indolenza, per diventare ciechi, muti e sordi quando invece conseguiamo, e non sono pochi, importanti risultati”.  

LIONS CLUB GIULIANOVA CASTRUM
Distretto 108 A - Circoscrizione V - Zona A

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

 Costituito a Giulianova un nuovo Club. Il 7 settembre cerimonia di consegna della Charter.

 

A Giulianova è stato costituito un nuovo Lions Club, denominato Giulianova Castrum con riferimento alle origini romane della città, Castrum Novum, attivo centro commerciale e importante porto sull'Adriatico, alle foci del Tordino, la cui presenza è attestata nel terzo secolo a.C.

Il nuovo Club Lions, che fa  parte dell’ International Association of Lions Clubs,  Distretto 108a   Italy, V Circoscrizione, zona A,  celebrerà la consegna della Charter, la carta costituente, sabato 7 settembre presso il Grand Hotel Don Juan alla presenza delle massime autorità lionistiche, civili e militari.

Il Lions Club Giulianova Castrum nasce con  spirito  costruttivo e propositivo di collaborazione alla cittadinanza ed alle istituzioni, seguendo il codice etico e gli scopi stabiliti dall’associazione internazionale, che i soci aderenti  si impegneranno solennemente a rispettare e perseguire durante la  cerimonia del 7 settembre.

 

 

 

                                                                           Giulianova, 3 settembre 2013

 

 

COMUNICATO STAMPA

  

Cinema in piazza. Questa sera il film “Su Re” conclude la seconda edizione del “Giulianova World Cinema”.

 

 Nell'ambito della rassegna “Giulianova World Cinema”, questa sera, martedì 3 settembre, con inizio alle ore 21:30 in piazza Caduti del 29 febbraio 1944, dietro il Palazzo Comunale, verrà proiettato il film “Su Re”, previsto inizialmente per il 20 agosto ma poi rinviato causa avverse condizioni atmosferiche. Con la proiezione del 3 settembre termina la rassegna del cinema in piazza.

Nel film, per la regia di Giovanni Columbu, la passione di Cristo è trasposta in Sardegna. Il racconto inizia e finisce nel sepolcro dove Maria piange sul corpo del figlio. Tutto è già accaduto, ma gli antefatti si riaffacciano come ricordi e come sogni dei diversi protagonisti.

 

                                                                   Giulianova, 23 agosto 2013

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Progetti obiettivo 2012 ai dipendenti – l'Amministrazione è stata ai patti.

 

Ho avuto modo di leggere una critica sulla stampa locale mossa dalle sigle sindacali Cgil e Cisl sul mancato pagamento, nel mese di agosto, dei progetti obiettivo per l'ano 2012 ai dipendenti del Comune di Giulianova”.

Così esordisce il Vicesindaco, nonché Assessore con delega al personale Gabriele Filipponi.

Sono molto sorpreso dalla nota inviata dalle sigle sindacali alla stampa” dichiara il Vicesindaco “il Comune di Giulianova, infatti, come da accordo sottoscritto il 4 luglio 2013, liquiderà le competenze ai Vigili Urbani nel mese di agosto e, nel mese di settembre, a tutti gli altri dipendenti”.

Infatti” continua il vicesindaco “nel rispetto dell'accordo, peraltro sottoscritto anche dai sindacati, che prevedeva che il pagamento sarebbe stato fatto 'semprechè l'O.I.V. rimetta la relazione conclusiva entro il mese di luglio' è stato assicurato il pagamento in favore della Polizia Municipale. Questo sarà possibile ad agosto perchè la relazione che riguardava il Corpo è stata appunto conclusa a luglio. Per il restante personale l'O.I.V. (Organismo Indipendente di Valutazione), che ringrazio a nome mio personale e di tutta l'Amministrazione per avere, nonostante le numerose problematiche dei settori portato a termine il suo lavoro in maniera egregia, ha concluso le valutazioni il 12 agosto”.

“Quindi” conclude il vicesindaco “nessuna violazione agli accordi vi è stata ed anzi vorrei invitare tutti ad un maggior sforzo di memoria nel ricordare quello che firmano ma, soprattutto, ad una sempre maggiore attenzione sulla crisi economica che attanaglia tutte le categorie dei lavoratori”.

                   

                                                                                   Giulianova, 22 agosto 2013

 

 

              COMUNICATO STAMPA

 

Venerdì 23 agosto bis di “Squol’anti”, rappresentazione teatrale dialettale dell’associazione “Giuliesi in scena”.

 

Doppio appuntamento in piazza del Mare venerdì 23 agosto. A partire dalle 21:30 ci sarà “Bluway”, la cerimonia di consegna della Bandiera Blu 2013, preludio dell’evento clou della serata, la rappresentazione della commedia dialettale “Squol’anti”, messa in scena dall’Associazione “Giuliesi in scena”, e il cui incasso sarà interamente utilizzato per l’acquisto di giochi per bambini con disabilità da installare nella Bambinopoli di lungomare Zara. I biglietti, dal costo di 5 euro, possono essere ancora acquistati nei bar “La Cupola” e “Asso di Picche”, nel negozio di abbigliamento “Zeta” e direttamente al botteghino in piazza del Mare.

Tutti i componenti dell’Associazione “Giuliesi in scena” – dichiara Marco Lucianihanno aderito con entusiasmo alla richiesta del sindaco Francesco Mastromauro e dell’assessore al turismo Archimede Forcellese di riproporre la commedia “Squal’anti”, già andata in scena con grande successo di pubblico lo scorso 3 agosto. Il nostro scopo è infatti quello di divertirci e far divertire, mettendo a disposizione della collettività tutto quello che riusciamo ad incassare dalle nostre rappresentazioni”.

Molto soddisfatto il Sindaco. “Ringrazio tutti i componenti della compagnia teatrale “Giuliesi in scena” che, pur essendo dilettanti, sono dei veri e propri artisti con un cuore molto grande e generoso. La partecipazione allo spettacolo è importante dal momento che con l’incasso si potrà valorizzare ulteriormente la Bambinopoli del parco degli Eucalipti rendendola ancora più accessibile. Infatti, dopo i percorsi per non vedenti realizzati sin dalla sua ristrutturazione avvenuta nel 2010, grazie al contributo degli artisti e del pubblico che, sono sicuro, parteciperà numeroso, avremo la possibilità di dotare la Bambinopoli anche di giochi fruibili di bambini con disabilità”.

La commedia avrà un preludio turistico-ambientale. “Prima dell’inizio dello spettacolo – conclude l’assessore al turismo Forcellese – ci sarà una breve cerimonia dedicata alla consegna della Bandiera Blu, simbolo di turismo sostenibile ma anche accessibile. L’accessibilità, infatti, è uno dei criteri più importanti utilizzati dalla FEE per la valutazione delle candidature. Questa è la ragione per cui abbiamo scelto di stringere un connubio tra Bluway e Squol’anti”.

 

                                                                              Giulianova, 18 agosto 2013

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

III edizione della Notte Bianca di Giulianova: grandissima partecipazione e nessun problema.

 

La Notte Bianca 2013 conferma il grande successo delle precedenti edizioni e la straordinaria partecipazione di gente. “Anche quest’anno – dichiara il sindaco Francesco Mastromaurol’evento clou dell’estate ha fatto registrare un enorme successo. Trenta concerti in tredici locations, in un’area pedonale comprendente i lungomari Zara, Spalato e Rodi, via Trieste, via Sauro, via Gorizia, via De Revel, viale Orsini e via Gasbarrini, hanno attratto tantissima gente. Fare stime esatte del numero dei presenti non è facile ed è un esercizio che lascio ad altri ma, considerando i cinque chilometri di strada interessati alla Notte Bianca e l’affollamento di strade, piazze e locali, l’ordine di grandezza è di parecchie decine di migliaia. A detta di molti, il numero è stato anche superiore a quello delle edizioni 2011 e 2012. Un ringraziamento particolare va a Gianluca Marcellusi e Francesco Pecorale per aver curato, come lo scorso anno, l’organizzazione artistica lavorando alacremente al fine di regalare un evento che non trova eguali nella storia di Giulianova quanto a partecipazione e che, dalle nostre parti, non ha molti termini di paragone. Ovviamente devo ringraziare tutti coloro che hanno permesso lo svolgimento della Notte Bianca in piena sicurezza. Mi riferisco, oltre agli uffici comunali, al corpo di Polizia Municipale, ai Carabinieri, alla Guardia Costiera, alla Guardia di Finanza, alla Polizia di Stato, alla Polfer, alla Polstrada, alla Croce Rossa, alla Protezione Civile e tutte le altre Associazioni di volontariato che hanno contribuito. Non posso dimenticare – conclude il Sindaco – la Giulianova Patrimonio per il lavoro preparatorio delle piazze e per quello post-manifestazione, in affiancamento alla Rieco, con la supervisione del vice-sindaco Gabriele Filipponi, necessario per restituire una citta pulita”.

Raggiante anche il consigliere comunale Fabrice Ruffini. “Questa è stata – aggiunge il consigliere delegato alle manifestazioni – la mia prima vera esperienza come responsabile della Notte Bianca. Non è stato facile ma la straordinaria partecipazione dei giovani e delle famiglie ci ha ampiamente ripagati degli sforzi sostenuti. In questo devo ringraziare chi mi ha preceduto, ovvero Luciano Crescentini e Nadia Ranalli, per aver preparato un terreno diventato ormai fertile. Anche il contenuto artistico dei trenta concerti susseguitisi dalle 22:30 fino all’alba è stato più che soddisfacente. La Notte Bianca ha rappresentato solo la punta di diamante, assieme alla Notte Alta, di un calendario Giulia Eventi 2013 molto denso di manifestazioni che offre tutte le sere un motivo a turisti e residenti per riversarsi nelle strade e piazze cittadine. Da domani inizieremo a lavorare sul calendario invernale”.

Quella di ieri è stata una notte di fondamentale importanza per gli esercizi pubblici e per quelli commerciali che mai come quest’anno stanno soffrendo per la grave crisi economica. “C’erano molte aspettative – conclude l’assessore al commercio e al turismo Archimede Forcellesee il grande afflusso di gente fa presagire che siano state in buona parte attese. I tanti turisti, ospitati nei nostri hotel e campeggi, riversatisi nei luoghi dell’evento, confermano che la data scelta, coincidente con il periodo di massima affluenza, è quella giusta. Quanto al concerto “del risveglio”, tenuto all’alba da I Sinfonici, diretti dal Maestro Piccone Stella, abbiamo registrato, considerata l’ora e che si è trattato di una novità dell’ultima ora, una buona partecipazione. Lavoreremo affinché il concerto diventi una caratteristica delle future Notti Bianche”.

Comunicato Stampa


Grande successo di pubblico, commercianti entusiasti, grandi e piccini tra musica, balli e tante cose buone da gustare….

Questi gli elementi vincenti della nuova manifestazione mercatale denominata “ Estate in Via Annunziata” che si è svolta ieri sera e che proseguirà nei prossimi venerdì ... includendo all’interno anche i festeggiamenti in onore di San Gabriele previsti per il 31 agosto e 1 settembre.

I commercianti, increduli di tanto successo hanno scherzosamente dichiarato “faremo una statua a Carlo Mustone”, colui che per primo ha creduto fortemente in questa iniziativa.

Ma lui, anche nella sua qualità di delegato al commercio del Comitato di Quartiere dell’ Annunziata, timidamente sminuisce e ringrazia tutti i colleghi commercianti per il lavoro svolto, le associazioni che hanno garantito un mercatino di qualità, Don Ennio Di Bonaventura ed il comitato della festa, l’Amministrazione Comunale per il gratuito patrocinio e tutti coloro che lo hanno seguito nella sua audace avventura.

Grazie all’amore per il nostro quartiere, siamo riusciti tutti insieme a realizzare un piccolo  miracolo. E siamo certi che i prossimi appuntamenti proseguiranno nello stesso senso.

Venerdì  23 con il raduno delle 500 e moto d’epoca e venerdì 30 Agosto l’iniziativa si svolgerà  in Via G. Di Vittorio e Via Redipuglia al fine di permettere a tutti i commercianti di partecipare all’evento, per poi tornare in Via Annunziata il 6 Settembre sempre dalle 16.00 alle 24.00.

Per l’ultimo appuntamento ci stiamo organizzando, continua Carlo Mustone a nome dei commercianti, per prevedere anche maggiori spazi dedicati ai bambini, che potranno partecipare attivamente allestendo le loro bancarelle (stile “I ricordi in soffitta”).

 

 

                  COMUNICATO STAMPA

 

        19 agosto 2013

 agli organi di informazione

 

 

 

 

 

MALDESTRO TENTATIVO DI “PROGRESSO GIULIESE” DI STRUMENTALIZZARE E VANIFICARE L’INIZIATIVA DEL COMITATO DI QUARTIERE DELL'ANNUNZIATA

 

Progresso Giuliese ha maldestramente tentato di mettere, come suol dirsi, “il cappello” sulla riuscita iniziativa di “Annunziata in festa”, promossa interamente dal Comitato di Quartiere dell’Annunziata. Il Comitato aveva in precedenza attivato il relativo gruppo di lavoro e poi portato il progetto in discussione all’Assemblea di Quartiere che, nella seduta dell’8 agosto scorso, ha lo ha approvato nella sua interezza come emerge, peraltro, dagli atti dell’Assemblea di Quartiere regolarmente pubblicati e dalle dichiarazioni del suo Presidente apparse in un comunicato stampa.

Per il Comitato di Quartiere l’iniziativa è stata preparata e condotta da un delegato che opera nel mondo degli esercenti; ma di qui a tentare di far passare l’iniziativa come una cosa che appartiene a Progresso Giuliese di cui, per sua bontà, sarebbe stato interessato anche il Comitato di Quartiere “Annunziata” per tramite di un proprio uomo, è offensivo non solo per il delegato in questione, ma anche per l’intelligenza dei cittadini che in Assemblea hanno votato il progetto proposto dal Comitato. Inoltre è riduttivo per gli organismi di quartiere che lo hanno promosso e strumentale per una forza politica che da sempre ha osteggiato l’istituzione degli organismi autonomi di quartiere eletti a suffragio universale.

In realtà, Progresso Giuliese con questo maldestro tentativo di appropriarsi del lavoro degli organismi di quartiere, tenta come forza politica di opposizione di rientrare dalla finestra dopo che  era uscito dalla porta della democrazia partecipativa, negando il voto al regolamento per la partecipazione popolare e alle sue modifiche. Ma questo suo tentativo non è volto a migliorare, perfezionare, elevare la democrazia partecipativa dei Comitati, bensì a neutralizzarne l’opera propositiva, consultiva e d’impulso. Le “volpi” di Progresso Giuliese credono così di mettere ipoteche e tentare di strumentalizzare i neonati organismi, ma non ci sembra che i cittadini che partecipano alle assemblee, quelli che intervengono nei gruppi di lavoro e lo stesso Comitato di Quartiere siano in qualche maniera strumentalizzabili. Certo Progresso Giuliese ha scelto la strada giusta per perdere credibilità e consensi all’Annunziata. E di questo non possiamo che ringraziarli.

 

                                                                               Partito Democratico di Giulianova

 

COMUNICATO STAMPA

 

Con riferimento ad un articolo apparso oggi su un giornale locale, in cui si afferma che gli interventi dell’Associazione DEMOS in affiancamento alle attività dei Quartieri giuliesi sarebbero “intromissivi”, “da supervisori”, “da super uomini” o da “baby sitter”, poiché “i Quartieri hanno il diritto di camminare con le proprie gambe”, a tutela dell’immagine dell’Associazione che ci riserviamo di operare anche in altre sedi, si precisa quanto segue.

L’Associazione Demos è formata da volontari (docenti e studenti dell’Università di Teramo) che hanno come obiettivo quello di diffondere i principi della democrazia partecipativa e affiancare con le proprie competenze tutte le iniziative volte alla realizzazione di progetti che vanno in questa direzione. Il Comune di Giulianova da circa due anni ha risposto positivamente, unico in Abruzzo, alla proposizione di un nostro progetto facendolo proprio (questa scelta politica, semmai, appare come il problema vero che affligge questo partito e altri che non trovano niente di meglio che attaccare i tecnici) e la nascita dei comitati di Quartiere a suffragio universale è solo l’inizio di un nuovo percorso di democrazia. Duro da capire per chi non ne sa niente, ma tant’è….

Così come l’Associazione ha accettato di affiancare il Comune di Giulianova a titolo di volontariato nella prima fase (la nascita dei Comitati, appunto), è e resta a disposizione dei presidenti e dei comitati di quartiere che ne richiedono l’affiancamento di competenza per l’avvio delle attività. Dato che l’Associazione fino ad oggi ha solo risposto a dette richieste, non si capisce su cosa sia basata la polemica sollevata dalla forza politica artefice di questo inconcepibile attacco.

In realtà un’idea ce l’abbiamo: alcune forze politiche non concepiscono nemmeno lontanamente l’ipotesi che i cittadini “normali” possano prendere in mano da soli il proprio destino e fare politica. Tali signori ritengono che la politica sia appannaggio dei vecchi trogloditi legati a interessi particolari e lobbies d’affari. Proprio per questo abbiamo la consapevolezza che tali rimasugli del passato sono lì in attesa che comitati e assemblee di quartiere, privi di affiancamento tecnico, falliscano. Essi vorrebbero così dimostrare, infatti, che i Comitati sono formati da incompetenti (come è stato detto) e che le assemblee non sono in grado di deliberare alcunché. Sicché l’esperienza della democrazia partecipativa sarebbe un fallimento ed è fallimentare chi l’ha voluta. Ma fino a che l’Associazione DEMOS sarà chiamata a dare un contributo di affiancamento al Comune e agli organismi di Quartiere, sarà presente e cercherà di facilitare il duro lavoro di chi ora si trova in prima fila senza alcuna retribuzione, spesso senza conoscenze tecniche, con il solo amore per la democrazia.

Giulianova 03 agosto 2013                                                                  

                                                                                               DEMOS

 

Centenario della nascita di Venanzo Crocetti. Il 4 agosto conversazioni al Kursaal di Francesco Tentarelli e Sirio Pomante.

 

Il prossimo 4 agosto al Kursaal di Giulianova Lido, a partire dalle ore 21, in occasione del centenario della nascita di Venanzo Crocetti, Francesco Tentarelli, Soprintendente ai Beni Librari e Biblioteche d’Abruzzo, e  Sirio Maria Pomante ripercorreranno le vicende biografiche ed artistiche dello scultore di fama internazionale originario di Giulianova e spentosi a Roma il 3 febbraio del 2003.

L'iniziativa, voluta dall'Amministrazione comunale, si colloca nel prosieguo del  processo di riavvicinamento all’artista e di condivisione della sua poetica nonché nell’ottica di una maggiore valorizzazione dei concittadini illustri.

Nonostante sia stato talvolta ingiustamente trascurato dalla critica e dalla storia dell’arte, anche per colpa del suo difficile carattere, Crocetti va necessariamente riconsiderato e storicizzato come scultore rigoroso, coerente nel linguaggio artistico e nel suo vissuto quasi incorniciato dalla più completa solitudine e distacco dal mondo. Trasferitosi a Roma poco più che adolescente, negli anni  1961-66  vince il concorso per la realizzazione della Porta dei Sacramenti per San Pietro in Vaticano e tra il 1960 e il 1969  esegue il Monumento ai caduti per la città di Teramo dove è già in nuce l’efebico Cavaliere della pace  che nel periodo  1986-89 sarà esposto  nelle principali metropoli mondiali. Sacro e profano coesistono nello scultore con la medesima tensione etica. Storia, idealità e realtà costituiscono la struttura portante del suo fare calibrato nel perfetto equilibrio di ethos e pathos.Quello che più colpisce in Crocetti è la sua straordinaria capacità di individuare uno stile da subito, una cifra tale da renderlo immediatamente riconoscibile.Tali elementi lo collocano nelle immediate vicinanze dei grandi scultori del Novecento quali  Manzù, Marini e Martini. Nei confronti del primo per l’intuizione e lo svolgimento formale, del secondo per la riumanizzazione antiretorica degli animali ed infine del terzo per il grande recupero della tecnica fittile: significativo ritorno alla grande scultura etrusca.

 

                                                                              Giulianova, 26 luglio 2013

  

COMUNICATO STAMPA

 

Julia Jazz 2013. Il 28 luglio al Kursaal serata “clou” con il concerto degli stagisti di classica, dei gruppi di musica moderna e drummeria.

 

Continuano i seminari di musica moderna, classica ed elettronica, tenuti da musicisti di fama nazionale (Toni Fidanza, Massimo Manzi, Renzo Ruggieri, Gianluca Caporale, Domingo Muzietti, Sabatino Matteucci ed altri ancora) nell'ambito di Julia Jazz, la manifestazione, giunta ormai all'ottava edizione, organizzata dall’Associazione culturale “Orchestra Contemporanea” in collaborazione con il Comune di Giulianova.

Il momento “clou” di Julia Jazz 2013 si avrà il 28 luglio prossimo al Kursaal, quando, a partire dalle ore 18, si terrà il concerto degli stagisti di musica classica e, a seguire, dei migliori gruppi della sezione di musica moderna per concludere con la drummeria che proporrà una composizione di 15 minuti circa diretta dal docente Alex Paolini.

Grazie al contributo del Comune di Giulianova, nelle passate edizioni la rassegna Julia Jazz ha offerto al pubblico concerti che hanno visto protagonisti musicisti di fama internazionale, tra i quali Fabrizio Bosso, l'Orchestra Contemporanea con Gary Green e Malcolm Mortimore dei Gentle Giant, Linda Valori e Jenny B.

 

 

 

                                                                Giulianova, 26 luglio 2013

  

COMUNICATO STAMPA

 

Domani al via la “Notte Alta”. Nel Centro storico musei aperti, eventi, musica dal vivo e stand gastronomici per tutta la notte.

 

E' iniziato il conto alla rovescia con la “movida” di Giulianova Alta. Domani, sabato 27 luglio, si avrà infatti la seconda edizione della “Notte Alta”, l'evento voluto lo scorso anno dall'Amministrazione Mastromauro per vivacizzare il Centro storico ed organizzato con la collaborazione dei commercianti e delle associazioni.

Si inizia alle ore 18 in piazza Buozzi con il Teatrino dei burattini e animazione per bambini. Alle ore 21:30 in via del Popolo Maelisando Show; alle ore 22Balkan Bistrò Street Band tra corso Garibaldi, piazza Buozzi e piazza Dante.

Alle ore 22:30 Sound of Soul in concerto in piazza Dante; sempre alle ore 22:30 su corso Garibaldi-piazza Buozzi e piazza Dante Cazzirro in concerto.

Alle ore 23pressure Dropo Live e alle 23:30 in piazza della Libertà concerto dei Cisco (ex Modena City Ramblers). Oltre a MercArte, fiera popolare dell'autoproduzione, previsti anche food and drink, Live-set, Dj-set, buskers e spettacoli live fuori programma.

Per gli amanti dell'arte e della cultura ci sarà il prolungamento notturno dell’orario di apertura al pubblico, dalle ore 21 alle 2, del Museo archeologico, della Cappella de' Bartolomei e della Gipsoteca Pagliaccetti di piazza della Libertà. E in tale occasione sarà aperta, dalle ore 18:30 sino alle 2, anche la Biblioteca Civica “Vincenzo Bindi”: le operatrici della cooperativa “Il Volo” accoglieranno i visitatori in due riprese, alle ore 19 e alle ore 21:30, negli ambienti della Biblioteca e sulla magnifica terrazza del palazzo di corso Garibaldi ripercorrendo le vicende del lascito Bindi e la storia delle preziosi collezioni presenti.

                                                                  Giulianova, 26 luglio 2013

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Giulianova promossa a pieni voti dall'ispettore internazionale della FEE per aver rispettato in pieno gli standard internazionali di eccellenza. Il sindaco e l'assessore Forcellese: “Inequivocabile e prestigiosa attestazione di qualità”.

 

Messi nero su bianco i risultati della visita di controllo effettuata a Giulianova il 27 giugno scorso dalla delegazione internazionale della FEE, Foundation for Environmental Education, l'organizzazione non governativa e non-profit  fondata nel 1981 e con sede in Danimarca.

L'ispettore internazionale della FEE, la danese Susanne Prip Madsen, ha attestato nel report trasmesso al Comune la piena conformità agli adempimenti previsti dal Questionario Bandiera Blu 2013, evidenziando peraltro come tanto la gestione quanto  l'organizzazione delle spiagge libere e dei lidi privati siano risultati conformi agli standard di eccellenza previsti nel programma.

L'ispettore internazionale si è anche complimentato per la gestione ambientale della spiaggia, per l’ordine e la pulizia dell’arenile.

Insomma – dichiarano in proposito il sindaco Francesco Mastromauro e l'assessore al Turismo e Demanio Archimede Forcellesela nostra città ha ricevuto una  inequivocabile e prestigiosa attestazione di qualità, ricevendo persino i complimenti dell'ispettore internazionale. Un apprezzamento che, facendo il paio con quello espresso nel 2010 dalla responsabile nazionale della FEE Carla Creo, rende inequivocabile un dato che  abbiamo più volte evidenziato: e cioè come Giulianova, grazie al contributo di tutti, a cominciare dai cittadini, abbia ormai acquisito un invidiabile livello di eccellenza che ci pone tra le migliori località turistiche non solo in Abruzzo ma anche dell'Italia centro-meridionale. E d'altro canto il fatto che la nostra città abbia ricevuto altre attestazioni d'eccellenza, come le 3 Vele di Legambiente e la Bandiera Verde dei pediatri italiani, non lascia davvero dubbi in merito. Rimane l'anomalia, tutta e solo giuliese”, concludono Mastromauro e Forcellese, “di soggetti, invero pochi ma rumoreggianti, che sembrano essere irritati da queste attestazioni di qualità che invece dovrebbe spingerli, come noi, a gioire per la riconquistata centralità di Giulianova in uno scenario turistico di rango nazionale”.  

           

                                                                             Giulianova, 26 luglio 2013

                

        COMUNICATO STAMPA

 

Situazione dei lavoratori precari del Comune. Il sindaco sollecita di nuovo il Dipartimento della Funzione pubblica per ottenere il parere richiesto il 28 settembre dello scorso anno.

 

Il sindaco Francesco Mastromauro ha inviato una nota a sua firma alla presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione pubblica, tornando a sollecitare il parere, richiesto già il 28 settembre 2012, sulla possibilità prospettata di una proroga ulteriore di 18 mesi per 6 lavoratori precari del Comune, ex co.co.co. La questione, già oggetto di confronto nel Consiglio comunale del 27 giugno 2012, è stata più volte al centro di uno specifico Tavolo tecnico convocato dal sindaco Mastromauro la prima volta il 13 agosto 2012, e in seguito il 17 e il 26 settembre sempre del 2012 con la partecipazione dei capigruppo consiliari, sia di maggioranza che dell'opposizione, del vicesindaco Gabriele Filipponi, dell'assessore Loris Vanni, del segretario generale dell'Ente Daniela Marini, dei dirigenti Corinto Pirocchi e Andrea Sisino e dei rappresentanti sindacali.

Nella sua missiva il sindaco ha dato anche la sua disponibilità per un eventuale incontro riguardante la questione presso la Presidenza della Funzione Pubblica.

FOTO DI MARCO CALVARESE



                                                                   COMUNICATO STAMPA


                                                                  Giulianova 23- 07 - 2013


Musica di qualità e successo di pubblico per la prima edizione del “Giulianova Sound Festival”


Tra gli applausi del pubblico, si è conclusa lunedì sera, con il concerto dei TRIBAL TECH,  al Parco Chico Mendes, la prima edizione del “Giulianova Sound Festival”.

Lo strepitoso Scott Henderson e i suoi tre musicisti del gruppo TRIBAL TECH hanno regalato al pubblico presente  un sound forte e curatissimo nei dettagli, pieno di contaminazioni e sperimentazione; complesso ed ermetico a tratti, ma anche più melodico e lineare in altri punti. La band con la sua con la sua carica e con i suoi fraseggi, ha  varcato di nuovo, sul Parco del Chico Mendes, il confine tra jazz e blues,  talvolta con ritmi arditi per velocità e contenuto, scivolando con naturalezza da una scala Jazz obliqua ad una Blues o Araba, sbalordendo il caloroso pubblico.

I salentini “SUD SOUND SYSTEM”, pionieri del raggamuffin italiano, hanno scaldato il sabato notte suonando i brani più significativi degli ultimi dieci anni della loro carriera, travolgendo e facendo ballare le circa 2000 persone presenti.

Soud inconfondibile da lasciare senza fiato quello degli “SPYRO GYRA” saliti sul palco del Chico Mendes venerdì 19 luglio. Quasi imbarazzante la fusione degli strumenti e il coordinamento dei musicisti: assoli da brivido  quelli di Jay Beckenstein ai sassofoni e  voce caliente di Julio Fernandez alla chitarra.

Tre serate che hanno portato a Giulianova artisti dal calibro internazionale: e che hanno mantenuto le promesse e le aspettative degli organizzatori: “trasformare Giulianova in ombelico della buona musica e guidare verso un viaggio unico ed irrepetibile nella musica tutto il pubblico presente ”. Tre generi diversi che hanno richiamato non solo un pubblico nazionale, ma proveniente da molte città europee.

Protagonista indiscusso il parco Chico Mendes che, dopo tanti anni usato impropriamente, è tornato di nuovo alla fruizione dei cittadini e dei turisti ospitando e rendendo un po’ magici questa serie di concerti e spettacoli.

Gli organizzatori artistici del festival Gianluca Marcellusi e Francesco Pecorale  dell’associazione culturale CORE ROCK SOUND,  rivolgono un sentito ringraziamento  e un plauso particolare a tutti coloro che hanno reso possibile questo Festival: al comune di Giulianova , al sindaco Francesco Mastromauro e al consigliere delegato alle Politiche giovanili   Fabrice Ruffini con l’auspicio che sia solo l’inizio di una lunga e proficua serie di eventi.

Associazione culturale CORE ROCK SOUND

Ufficio stampa

Paola Di Cipriano

 

                                                      COMUNICATO STAMPA

 

 

                                                                                                    10 luglio 2013

agli organi di informazione

 

 

L’Unione Comunale del Partito Democratico di Giulianova si è riunita per discutere sulle candidature per il rinnovo del Consiglio Regionale. Nel corso dell'incontro è emerso in modo chiaro come, per l’importanza strategica che l’istituzione Regione occupa nello sviluppo socio-economico dell’intero territorio abruzzese, il PD debba affrontare le consultazioni includendo nelle proprie liste elettorali candidati all’altezza della difficile sfida e fortemente rappresentativi dei territori dal momento che le elezioni dovranno rappresentare il reale momento di svolta e di cambiamento per l'intera politica abruzzese. Tutti hanno convenuto, inoltre, come la Provincia di Teramo rappresenti la chiave di volta per battere la coalizione di centro-destra che proprio nel teramano conta gran parte dei componenti della Giunta regionale, ad iniziare dal Presidente.

Per tali ragioni è stata ribadita la richiesta all’attuale Sindaco di Giulianova, Francesco Mastromauro, di mettersi a disposizione del Partito, della collettività abruzzese e di Giulianova giacché oggi, più che mai, si avverte la necessità di coinvolgere persone le quali, oltre ad essere espressione di un reale e profondo rinnovamento, abbiano esperienza, capacità e autorevolezza per guidare il processo di radicale cambiamento della politica abruzzese. L’Unione Comunale, infatti, ritiene che Francesco Mastromauro possegga tutti i requisiti per assumere il ruolo di protagonista di questa stagione di rinascita che dovrà essere caratterizzata da forte innovazione, dal dialogo adeguato e costante con tutte le componenti sociali, da particolare attenzione e sostegno all'occupazione ed al mondo produttivo, dalla solidarietà e dalla capacità di sollecite per quanto ponderate decisioni.    

 

 

Unione Comunale del Partito Democratico di Giulianova.

Giulianova, 10 luglio 2013

                                                                                  Giulianova, 2 settembre 2013

 

 

     COMUNICATO STAMPA

 

 

Aggressione all’autista del bus navetta. Il sindaco e l'assessore Forcellese condannano il gesto ed esprimono all'aggredito la solidarietà dell'Amministrazione.

 

Il sindaco Francesco Mastromauro e l’assessore alla mobilità Archimede Forcellese intervengono sull'episodio di sabato scorso in cui l'autista di uno dei bus navetta gratuiti del Comune è stato aggredito da un turista. “L’episodio – dichiarano sindaco e assessore – è di una gravità inaudita per la violenza verbale e fisica con cui il turista si è scagliato, senza alcuna motivazione, contro l’autista della navetta, al quale va tutta la solidarietà dell’Amministrazione comunale. L’autista, mentre stava completando la corsa dal Centro Storico alla zona dei campeggi, è stato aggredito solo per non aver potuto far salire a bordo il turista e i suoi famigliari in quanto la navetta che guidava era già piena. Ci auguriamo che le forze dell’ordine giungano al più presto all’identificazione dell’aggressore, che ha dimostrato di non conoscere le più elementari regole della convivenza civile, nei confronti del quale l’Amministrazione comunale si costituirà parte civile”.