Ci sedemmo dalla parte del torto

                      visto che tutti gli altri posti erano occupati.

                                                             Berthold Brecht

 

 

 

 

 

Quando in qualche discussione si commenta negativamente l'azione amministrativa del sindaco Francesco Mastromauro elencando le perle dei danni infilati al povero collo dei Giuliesi, puntualmente, laconicamente, a conforto del pessimismo e a sostegno della speranza, si sente dire da persone del suo partito: " Ma tanto adesso andrà a Roma!".

A questo punto, cari amici, che ci seguite su questo sito, che non avendo padroni, non è costretto a modellare le parole secondo l'opportunità del momento, abbiamo diritto ad un dubbio che è dell'uomo della strada : " 

E ancora:" Ma come, se una persona si è rivelata inadeguata ad amministrare bene una cittadina di 23mila abitanti, che fa un partito, anzichè rimandarlo a casa a svolgere il lavoro precedente all'impegno politico, gli mette la medaglia del niente e lo manda a Roma in Parlamento?