Questo faccione barbuto, con occhi, naso e

 bocca forati e cavi, posto all'ingresso della

 basilica di Santa  Maria in Cosmedin in

 Piazza della Bocca della Verità a Roma

 (in prossimità dell'isola Tiberina),

 secondo una leggenda che si perde  nella

 notte dei tempi, se una  persona, infilando

 la mano  nella sua grande bocca,  fa una

 affermazione vera,  permetterà di

 ritirare la mano senza nessuna conseguenza;

 se, al contrario, fa una  affermazione

 falsa, la mano sarà tagliata.  

In un recente passato il Sindaco di Giulianova, Francesco Mastromauro, espressione  della morale di sinistra dell'accoglienza e della integrazione, per non parlare della sensibilità storica verso i diseredati e le classi subalterne, giustificò la sua intransigenza nei confronti di povera gente di colore, che cercava sulla spiaggia di che vivere, appellandosi alla Legalità perseguita sempre e comunque dalla sua Amministrazione.

Ebbene, cosa è successo in questo lasso di tempo al Sindaco Mastromauro?

Il suo senso della Legalità si è sbiadito, oppure, allora, mentiva?

Possibile che ad un amministratore sagace, un avvocato rampante, esperto conoscitore delle leggi ed elettrico osservatore della realtà cittadina come il Sindaco di Giulianova sia sfuggito il non piccolo particolare di una illegale pubblicità sul magnifico recinto della sua Spiaggia dei Miracoli, quella spiaggia per cani, tanto pionieristica quanto deserta, che rimarrà nella storia della città con il suo magico nome italo-americano?

Oggi, 4 Agosto 2012, con la presenza sull'arenile di 5 cagnolini e uno di grossa taglia, leggiamo sulla pagina locale di "Il Centro" che è intervenuta la Guardia Costiera per rimuovere gli sponsor dalla recinzione che delimita il perimetro dell'arenile riservato ai cani, con quanto decoro lo documentano le nostre foto. Lo striscione, rimosso dalla Capitaneria in base ad una legge regionale che vieta la pubblicità su alcuni tratti di arenile, reclamizzava una marca di prodotti per cani fra gli sponsor, secondo la nota di "Il Centro", di detta spiaggia. 

E allora, Sindaco Mastromauro, non potendo assolutamente pensare che lei non conosca quella legge regionale, che cosa ne è stato del suo SENSO della LEGALITA'? 

Kursaal Lido Giulianova - In attesa dell'inizio dei lavori CONVEGNO "RIFIUTI ZERO CONVIENE A TUTTI" organizzato il 1° Ottobre 2011 per iniziativa di Carmela D'Emilio coadiuvata nella organizzazione da Marcella Vanni
Alessio Ciacci, assessore del Comune di Capannori, illustra agli amministratori del Comune di Giulianova metodi e risultati delle loro virtuosa esperienza.
Documento preparato da Carmela D'Emilio per il Convegno

Ecco come titola"Il Messaggero" del 4 Agosto 2012

Lettera aperta al SINDACO di GIULIANOVA

Egregio Sig. SINDACO,

sono una turista, come altri,alla quale andrebbe consegnata la “cittadinanza onoraria” perché innamorata di Giulianova e ad essa fedele da ormai 22 anni, frequentata non occasionalmente ma di certo almeno per 4/5 mesi ogni anno.

Con grande rammarico Le dico che purtroppo è sempre più difficile recarsi in vacanza in questa località. Non voglio entrare nel merito delle strategie amministrative ma …

 i parcheggi a pagamento davanti gli stabilimenti balneari sono un deterrente non da poco in questo periodo di crisi;

i vigili urbani scesi in campo alla forsennata ricerca di “qualcosa da multare” (non sto inneggiando all’anarchia sono convinta dell’importanza del rispetto delle regole)per rimpinguare le casse del Comune a spese soprattutto di “noi forestieri” mi sembra poco sano;

gli stabilimenti che in stagione già avviata aumentano improvvisamente i prezzi  giustificando ciò con l’aumento che il Comune ha fatto sulla tassa sui rifiuti, non sforzandosi comunque di dare un servizio in più per rendere la spiaggia di Giulianova ancora più unica …. perchè nulla si muove????

Infine, ma non per importanza, PARLIAMO DEL MARE …. nota dolente!!

Credo che i bagnini, i proprietari degli stabilimenti e degli alberghi,Lei Sig.Sindaco dovreste avere tutto l’interesse a prestare attenzione, a dare l’allarme, ad indignarvi e ad intervenire alla vista di un mare come quello di alcuni giorni fa.

Un mare che inizia ad ammalarsi da una triste visione d’insieme; il tratto di mare vicino il Porto che anche Goletta Verde ha definito altamente inquinato va curato …

Nei primi giorni della settimana ad un certo punto della mattinata iniziavano a vedersi in superficie chiazze oleose, schiuma giallognola ed ogni tipo di immondizia, CHE COSA E’ E DA DOVE ARRIVA???

Una vera indecenza da voltastomaco !!!

  Avrei   il piacere, insieme a molti altri che continuano a scegliere questa città e questo mare , di sapere IN CHE COSA CI IMMERGIAMO, IN CHE COSA FACCIAMO NUOTARE E GIOCARE I NOSTRI FIGLI, QUALI CONSEGUENZE POSSONO CAUSARE QUESTI BAGNI????????????????????????????????????????????????????????

Ritiene giusto e pensa che possa essere duraturo e premiante pagare affitti, soste e stabilimenti per avere un po di relax e di refrigerio e trovarsi davanti ad un mare che ha tutto l’aspetto di essere poco balneabile…..

Se ha a cuore la sua città ed il suo mare La invito ad intervenire con determinazione e in tempi super brevi. 

          Affezionata turista di GIULIANOVA

                     TIZIANA IACOBONI

Egregio Sig. SINDACO

La ringrazio per la sua risposta di cui sono venuta a conoscenza per un caso fortuito.

Le preciso che la mia preoccupazione e non lamentela, come Lei ha ben percepito, è nata da senso civico, portata avanti a nome mio e di tutti coloro che si sono trovati nella mia stessa situazione …. Ha riecheggiato perché è un problema vivo, se “usata” e in modo strumentale, come lei crede, non può farsene un problema… Lei è in politica e sa che questo può accadere.

Mi creda, sono la prima ad essere felice delle sue affermazioni sulla salute dell’acqua di balneazione, visto che in tali acque continuiamo ad immergerci in molti sia grandi che piccini … inoltre voglio rassicurarLa anche io riferendo che la materia dubbia (anzi certa) avvistata galleggiare a suo tempo da tutti coloro che eravamo in acqua NON HA PIU’ FATTO LA SUA COMPARSA … e non è poco!!!    La sinergia funziona.

Non voglio rubarLe ulteriore tempo da destinare ai mille impegni di un Primo Cittadino e comprendo che proprio in questa veste ha usato le parole dovute in riferimento ai suoi Vigili Urbani ai quali va anche tutta la mia solidarietà per quanto devono subire nello svolgimento del proprio lavoro, forse avrò generalizzato ma vuole dirmi che qualcuno di loro se con un giuliese chiude un occhio con un “forestiero” non li apre tutti e due????

Sig. Sindaco

sono certissima che Lei parli con cognizione di causa, come ha tenuto a ribadire, allo stesso modo gradirei che lei non definisse le mie affermazioni gratuite, non è nel mio costume;

ho apprezzato il suo intervento e il suo interesse rivolti al problema che in tanti abbiamo a cuore e mi auguro che vorrà continuare a mantenerli  vivi per il benessere di tutti.

Io dal canto mio continuerò a porre attenzione …

Le auguro buon lavoro                                                    turista affezionata

                                                                                              Tiziana Iacoboni